« Indietro
23.052018
PDF

Le novità delle normative Ue e i cambiamenti della Rete “Primo chi tiene il ritmo” (Affari&Finanza, 21 maggio 2018 – Vittorio De Luca)

De Luca & Partners, storico studio di giuslavoristi milanesi, per celebrare i 40 anni dalla fondazione ha lanciato l’Excellence & Innovation HR Award. premio destinato alla gestione delle risorse umane.


“L’evoluzione tecnologica impone cambiamenti di mercato a una velocità inimmaginabile fino a pochi anni fa, coinvolgendo in maniera più o meno omogenea i vari Paesi. In questo scenario, la grande sfida per chi si occupa di diritto, è tenere il passo con l’innovazione e ragionare in linea con la regolamentazione quanto meno comunitaria”. Vittorio De Luca, managing partner dello studio omonimo, commenta così la sentenza del Tribunale del Lavoro di Torino. Sentenza che, nelle scorse settimane ha negato il riconoscimento della natura subordinata al lavoro svolto dai rider di Foodora, multinazionale specializzata nella consegna dei pasti a domicilio. “Il dibattito è aperto e coinvolge, su scala globale, non solo i lavori della cosiddetta ‘gig economy’, vale a dire quel complesso di prestazioni a chiamata per rapporti di lavoro con realtà come Uber e Deliveroo, ma tutte le nuove forme di flessibilità lavorativa”, sottolinea il numero uno di De Luca Partners, storico studio di giuslavoristi milanesi, che conta circa 20 professionisti e 400 clienti.


Per celebrare i 40 anni dalla fondazione, l’associazione professionale ha deciso di lanciare l’Excellence & Innovation HR Award, premio destinato alle aziende operanti in Italia con l’obiettivo di promuovere la riflessione sulle migliori practice nel mondo del lavoro e nella gestione delle risorse umane. “Come consulenti aziendali siamo solitamente chiamati a prevenire, o laddove è troppo tardi, a dirimere i conflitti che sorgono sui luoghi di lavoro”, riflette il managing partner dello studio. “Per questo, abbiamo avvertito la necessità di mettere in risalto le storie più interessanti che promuovono la coesione sociale nelle organizzazioni, e così facendo ne rafforzano la competitività, affinché le buone pratiche possano diffondersi su larga scala”.  


C’è tempo fino al 31 luglio per presentare le candidature sul sito Hraward.it, che contiene la descrizione di tutta la documentazione e le procedure richieste. Il riconoscimento sarà attribuito alle iniziative promosse nell’ultimo anno e mezzo, che rispondono a cinque criteri, non necessariamente tra loro alternativi: capacità di incentivare competitività e produttività; di promuovere coesione sociale e di risolvere conflitti; di perseguire lo sviluppo e il benessere dell’individuo; ampiezza di visione e portata; infine inclusività.

“Considerato che il nostro intento è solo di carattere culturale, non sarà nessuno del nostro studio a scegliere chi premiare”, precisa De Luca. “Demandiamo questo compito in assoluta autonomia decisionale a una giuria selezionata tra personalità qualificate di comprovata competenza e obiettività”.


Otto i membri: Nicolò Boggian, cofondatore e consigliere del Forum della Meritocrazia e managing partner di Black Tie Professional; Raffaella Cagliano, professoressa ordinaria presso la School of Management del Politecnico di Milano; Fulvio Matone, direttore generale di PoliS-Lombardia; Stefano Nigro, direttore Coordinamento Attrazione Investimenti dell’Agenzia Ice; Federica Poli, professoressa associata presso la Facoltà di Economia e Commercio Università Cattolica di Milano;
Luca Testoni, cofondatore e direttore di ETicaNews; Federico Versace, consulente esperto di gestione della sostenibilità e di investimenti Esg; Alessandro Zollo, amministratore delegato di Great Place to Work Institute Italia.
La shortlist dei finalisti verrà resa nota entro il 30 novembre 2018 e la premiazione avverrà a dicembre nel corso di un evento dedicato. “Al di là del premiato”, conclude il giuslavorista, “questo percorso sarà un’occasione per approfondire l’evoluzione del mercato e del diritto del lavoro, con la speranza che aiuti mettere in luce le migliori practice a beneficio di tutti”.