« Indietro
06.092013

L’ACCAPARRAMENTO DEI DIPENDENTI COSTITUISCE CONCORRENZA SLEALE (IL SOLE 24 ORE, 5 SETTEMBRE 2013, PAG. 27)

La Suprema Corte, con la sentenza n. 20228, ha stabilito che fa concorrenza sleale l’imprenditore che assume i dipendenti più capaci di un’altra azienda che opera nel suo stesso ramo commerciale al solo scopo di danneggiarla. Al riguardo non serve la prova che i "fuoriusciti" abbiano portato con sé la lista dei clienti, essendo sufficiente, ai fini della configurabilità della fattispecie della concorrenza sleale, l’utilizzo del loro bagaglio di professionalità.