« Indietro
29.112013

Corte di Cassazione: niente licenziamento per “file sharing” (Il Sole 24 Ore, 27 novembre 2013, pag. 27)

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 2639 depositata ieri, ha dichiarato illegittimo il licenziamento di un lavoratore che aveva installato un programma per scaricare gratis musica e film nel computer aziendale negandone l’evidenza. Secondo la Suprema Corte, infatti, la violazione della policy aziendale non fa scattare il licenziamento a meno che la società non dimostri di aver subito un danno a causa del comportamento contestato al dipendente.