« Indietro
04.122015

Jobs Act: obbligo di una corretta informativa

Con il nuovo articolo 4 della Legge 300/1970, riscritto dal Jobs Act, l’obbligo di informare adeguatamente i lavoratori sulle modalità d’uso delle apparecchiature dalle quali possa derivare un controllo a distanza sull’attività lavorativa e degli strumenti da lavoro nonché sulle modalità di effettuazione dei controlli diventa il presupposto per poter utilizzare le informazioni raccolte per tutti i fini connessi al rapporto di lavoro. Tale dovere di informazione si cumula così con quello, già esistente, di informare i lavoratori, ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 (c.d. Codice della privacy), sulle finalità e sulle modalità con le quali i loro dati vengono trattati. Orbene, alla luce della nuova disciplina, i datori di lavoro saranno tenuti a rendere una dettagliata e corretta informativa ai dipendenti al fine di poter utilizzare lecitamente le informazioni raccolte, evitando, altresì, di incorrere in sanzioni e responsabilità.