DLP Insights

CORTE DI CASSAZIONE: LEGITTIME LE INVESTIGAZIONI DISPOSTE A TUTELA DEL PATRIMONIO AZIENDALE (IL SOLE 24 ORE, 9 DICEMBRE 2014, PAG. 42)

Con la sentenza n. 25674 del 9 ottobre 2014, depositata il 4 dicembre u.s., la Corte di Cassazione è di nuovo intervenuta sul tema del controllo effettuato dal datore di lavoro tramite le agenzie di investigazione, confermandone la liceità  quando effettuato per la tutela del patrimonio aziendale. Nell’argomentare la propria decisione, la suprema Corte ha infatti chiarito che gli articoli 2 e 3 dello Statuto dei lavoratori, “non precludono il potere dell’imprenditore di ricorrere alla collaborazione di soggetti (quale, nella specie, un’agenzia investigativa) diversi dalla guardie particolari giurate per la tutela del patrimonio aziendale, né, rispettivamente, di controllare l’adempimento delle prestazioni lavorative e quindi di accertare mancanze specifiche dei dipendenti, ai sensi degli articoli 2086 e 2104 del codice civile, direttamente o mediante la propria organizzazione gerarchica”, quanto precede, purché il controllo dell’agenzia investigativa sia limitato “agli atti illeciti del lavoratore non riconducibili al mero inadempimento dell’obbligazione”.

Altri insights