DLP Insights

Ministero del Lavoro: le nuove co.co.co.

Categorie: DLP Insights, Prassi

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con la circolare n. 3 dell’1 febbraio 2016, ha fornito al proprio personale ispettivo le prime indicazioni operative sulla nuova disciplina delle collaborazioni coordinate e continuative, come introdotta dal D.lgs. n. 81/2015. Il Ministero si è soffermato particolarmente sull’aspetto della etero-organizzazione, ritenendolo il criterio di discrimine per stabilire se un formale rapporto di collaborazione simuli un vero e proprio rapporto di lavoro subordinato. Pertanto, nel caso in cui il collaboratore operi all’interno di un’organizzazione in cui è tenuto a rispettare determinati orari imposti dal committente e svolga la propria prestazione nei locali aziendali, vi saranno i presupposti per richiedere l’applicazione delle norme disciplinanti il rapporto di lavoro subordinato (e la comminazione delle sanzioni in materia di collocamento), sempreché le sue prestazioni risultino continuative ed esclusivamente personali.

Altri insights